Vietnam

Alcuni anni fa, il nome ‘Vietnam’ veniva associato a una brutale guerra combattuta nella giungla o a una totale disfatta dell’esercito americano e non ad un paese. Soltanto di recente, con una maggiore apertura del governo vietnamita e con il boom del turismo economico, è stato possibile fornire all’Occidente un’immagine di questo paese diversa e più appetibile. Ma la storia del Vietnam non si limita a quegli anni e anzi risale a molti secoli addietro; questo paese asiatico può infatti vantare una straordinaria civiltà e una popolazione colta e civilizzata.

Molti turisti che vanno in Vietnam in viaggio rimangono senza parole dinanzi all’incredibile bellezza dei suoi paesaggi: il delta del Fiume Rosso a nord, il delta del Mekong a sud e l’intera fascia costiera costellata di verdi risaie in cui lavorano donne dal caratteristico cappello conico. A chi lo visita, il Vietnam offre la rara opportunità di vedere come un paese di grande fascino e tradizioni stia muovendo i primi passi nel mondo moderno.

Il Fuso Orario

Lancette avanti di 6 ore durante l’orario solare, di 5 ore invece quando in Italia è in vigore l’ora legale.


Il Clima

Il Vietnam è visitabile tutto l’anno. D’inverno si privilegiano gli itinerari al centro e al sud con soggiorni balneari a Phan Thiet. L’estate è la stagione ideale per visitare il nord e il centro con soggiorni balneari a Da Nang, Hoi An e Nha Trang. Al sud è caldo tutto l’anno con una stagione secca da fine novembre ad aprile/maggio.


L’ Abbigliamento

È doveroso rispettare le usanze locali in fatto di vestiario, soprattutto nei siti religiosi. È doveroso togliersi le scarpe per entrare nei templi ed indossare abiti adeguati. L’abbigliamento deve essere comodo e pratico, leggero, senza dimenticare qualche capo più pesante, a seconda dei luoghi visitati e delle stagioni ed un impermeabile leggero.


La Lingua Ufficiale

Vietnamita. È diffusa, nelle zone frequentate dai turisti, la conoscenza della lingua inglese. Tra le persone anziane prevale la conoscenza della lingua francese.

La Moneta

La moneta vietnamita è il Dong: 1 Euro = 29.209 Dong; 1 USD = 21.085 Dong ( Maggio 2014 ). Gli Euro ed i Dollari vengono accettati e cambiati ovunque. Nessun problema negli alberghi, negozi e ristoranti per l’accettazione delle principali carte di credito.


L’ Elettricità

Tensione 220/240 volts. Si consiglia di munirsi di adattatori universali.


Le Vaccinazioni

Nessuna obbligatoria. È sempre consigliabile consumare acqua e bibite non ghiacciate e solo da contenitori sigillati, non mangiare verdura cruda, e mangiare frutta solo se sbucciata. È indispensabile munirsi di disinfettanti intestinali, compresse antinfluenzali ed antibiotici.


Le Mance

Sono apprezzate ovunque e un modo tangibile per ringraziare chi ha reso il servizio con cortesia e disponibilità.


HO CHI MINH CITY

Ho Chi Minh City ( HCMC ) è il Vietnam nella sua forma più vertiginosa : una città di commercio e di cultura che ha guidato tutto il paese in avanti con la sua energia pulsante . Come in un vortice caotico , la città respira vita e vitalità in tutti coloro che passano di qui e i visitatori non possono fare a meno di esserne trainati lungo il viaggio.

Ho Chi Minh è una città di contrasti: dal più bell’hotel all’albergo più economico, dal più classico dei ristoranti alle bancarelle dai cibi più gustosi , dalla migliore boutique alla mischia dei mercati. Passeggiate attraverso i vicoli senza tempo che costeggiano i templi prima di mettervi al passo con il presente visitando centri commerciali di design, sotto grattacieli eleganti .

I fantasmi del passato vivono negli edifici che una generazione fa, hanno visto una città in fermento , ma la vera bellezza della ( ex ) Saigon è la la fusione perfetta di questi due mondi in uno unico ed emozionante.

HANOI

Hanoi è la capitale più suggestiva dell’Asia, tra alberi dalle larghe frange che spazzano i viali e antiche pagode ma non aspettatevi un ambiente assonnato. E ‘una città energica in movimento e i cittadini ambiziosi di Hanoi sono determinati a recuperare il tempo perduto.

Come motociclette e pedoni fluiscono e rifluiscono attraverso il caos commerciale del quartiere antico, venditori ambulanti con cappelli conici maneggiano ancora i loro prodotti. All’alba, sulle rive del lago Hoan Kiem, sessioni t’ai chi sincronizzati si svolgono accanto a “nonni” con pizzetto che pensano alle loro prossime mosse degli scacchi.
Nel Parco Lenin, esercitazioni militari coreografiche sono stati sostituiti da skateboarders, mentre i giovani di Hanoi festeggiano in ristoranti e bar cosmopoliti. Lo sviluppo immobiliare e il caos del traffico accordano ad Hanoi un sentore di grazia parigina a ritmo asiatico, una convivenza tra moderno e medievale che affascina turisti di tutto il mondo.